Arredare in stile boho chic

da | Feb 9, 2018 | arredamento, design, interior design, interior mix

Arredare in stile boho chic

Contaminazioneermetismo, cromatismi esasperati: benvenuti nell’universo decorativo boho chic!

Fondato sul mix tra tendenze e privo di definizioni univoche, lo stile boho raccoglie nel suo avvolgente abbraccio suggestioni provenienti dall’Asia, influenze della seconda metà del Novecento e richiami bohémien.

In particolare, lo specifico interesse per le atmosfere degli anni Settanta, desunto dalla moda, viene tradotto in soluzioni di arredo che si rivelano in grado di evocare una vita nomade e itinerante.

Proprio per questo, oltre al reimpiego creativo di mobili anche di seconda mano, lo stile boho chic è un inno alla trasformabilità e all’adattabilità.

Arredi e dettagli sono leggeri e riconfigurabili; cuscini, pouf, tendaggi, teli decorativi si accompagnano a presenze green anche in versione oversize.

Priva di rigore e disciplina, la casa in stile boho conquista per la sua impronta accogliente, scanzonata, disinvolta. Un risultato, tuttavia, conseguibile solo attraverso un’accurata selezione di tutti gli elementi interni.

Il living

Al bando il divano tradizionale! Nella casa boho, la conversazione viene ospitata in un “allestimento homemade”. Con un numero imprecisato di cuscini, in varie dimensioni, ad assicurare il comfort degli ospiti

Per la sala da pranzo legno e colore sono due tra i capisaldi dell’arredo boho, nel quale confluiscono pezzi vintage ed elementi decorativi raccolti in giro per il mondo.

Zona libreria? La semplicità degli arredi, con mobili di recupero o acquistati nel circuito dei mercati di modernariato, può divenire una risorsa. Infatti, la vocazione per l’eccentricità decorativa riesci a trasformare l’identità di un elemento all’apparenza elementare e basico. A testimoniarlo la libreria, ma anche la mensola porta-cuscini, scenograficamente fissata a parete.

 

 

 

 

 

 

 

 

Camera da letto

È questa la stanza nella quale si manifesta con vigore la passione per i tessuti che contraddistingue lo stile boho. Sì, dunque, al mix&match tra pattern e tessuti, con l’assoluta preferenze per le lavorazioni artigianali.

  

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il bagno

Largo al colore, nelle pareti, nei tappeti, nelle mensole porta-oggetti e persino nella vasca da bagno che rinuncia alla classica finitura in porcellana bianca a favore di una finitura bizzarra.

La cucina

Selezionare arredi vintage, preferire finiture dalla forte personalità cromatica, senza rinunciare all’impiego delle piante con finalità decorative sono alcune delle mosse da mettere in campo per arredare una cucina boho. 

 

Must have

  • Il tappeto oversize: la passione per l’Oriente e per il Medio Oriente raggiunge piena visibilità nei dettagli decorativi dello stile boho. Così, mentre nei tessuti si fanno largo i tradizionali batik balinesi, a terra può trionfare un grande tappeto realizzato in fibre naturali.
  • La Peacock Chair: l’ampia seduta della poltrona pavone è un richiamo assolutamente irresistibili per chi ama gli anni Settanta. E, ancora di più, per chi ha un debole per le atmosfere perdute del sud-est asiatico dei secoli scorsi. 

 

  • Il divano in fibre naturali: il divano con testiera alta e scenografica, può diventare la soluzione giusta per un ingresso o uno spazio di passaggio in una casa arredata in stile boho. 

 

 

  • I tessuti artigianali variopinti: lasciatevi guidare dalla voglia di mixare. Riunite insieme stampe floreali, pattern etnici, tanto colore, frange, pon pon, pelliccia e manufatti nei quali è evidente la matrice grafica.

 

Come ogni venerdì, ReGamma vi augura un buon weekend!

Hai trovato questi consigli interessanti? Consiglia la nostra newsletter ai tuoi amici!
Hai bisogno di una consulenza immobiliare? Contattaci

Fonte

 

 

 

 

0 commenti