fbpx

5 Regole base per preparare la casa per le visite di vendita

Un cliente che chiama per vedere casa vostra è sicuramente stato colpito dall’annuncio e dalle fotografie, oltre che dalle caratteristiche del vostro immobile. L’impressione che il compratore avrà nei primi minuti sarà fondamentale, anche perché poi ne vedrà altre e la vostra la deve ricordare come speciale. Come fare in modo che questo accada? Non preoccupatevi, bastano piccoli accorgimenti.

Alcuni di questi consigli vi sembreranno scontati e banali, ma non è così … non vanno assolutamente trascurati.

Messy Kitchen

1. Ordine e pulizia   La vita quotidiana, spesso e volentieri frenetica, non ci permette di riordinare e riporre nei cassetti e negli armadi tutto ciò che normalmente è di prima necessità. Per la visita del cliente questo va fatto, meno oggetti sono sparpagliati qua e là e più la casa sembrerà spaziosa, gradevole e da personalizzare in un futuro.
Nel bagno non vanno lasciati spazzolini e prodotti per il bagno in bella vista, così come spugne e detersivi. Fateli sparire per quei 30 minuti. Questo discorso vale anche per la cucina e in tutte le altre stanze. Non fate trovare stendini o vestiti accantonati.

2. Luminosità e eventuali riparazioni. È necessario alzare tutte le tapparelle e accendere le luci in ogni stanza. In una città come Milano, dove le giornate sono spesso e volentieri nuvolose e uggiose bisogna dare l’idea che in  casa ci sia il sole. Tutti associano la luce a qualcosa di positivo e certamente non vorranno vivere in un luogo tetro e buio.

🙂 Tocco da home-stager : se avete lampadine fulminate o che fanno poca luce sostituitele!

3. Profumi e odori. Non cucinate minestroni o cavolfiori il giorno della visita, pensate piuttosto dicandele profumate per visita casa

mettere delle candele profumate o delle essenze. Entrare in un luogo che profuma di buono lascia sicuramente un ricordo e un’esperienza positiva.

🙂 Tocco da home-stager : Se proprio avete voglia di cucinare preparate una torta o dei biscotti, è un profumo che si associa all’infanzia e quindi in grado di suscitare emozioni positive.

4. Parlare il meno possibile. L’agente immobiliare sa come proporre il vostro immobile e valorizzarlo al meglio, verrà pagato da voi quando avrà venduto la vostra casa, quindi non parlate di difetti dello stabile o di spese condominiali troppo alte o che avete abbassato il prezzo per questo. Al cliente il prezzo non sembrerà mai basso e fargli notare dei difetti, sul quale magari avrebbe sorvolato, non è una grande mossa commerciale.

5. Spersonalizzare. Sicuramente nella vostra casa ci saranno ricordi, fotografie, cartoline di amici e bomboniere. Durante la visita il cliente deve percepire quel luogo come la sua futura abitazione, questo sarà più difficile se sentirà di essere un intruso nella vita di altre persone. Consiglio di spostare momentaneamente questi oggetti in uno scatolone o in un armadio, oppure di spostarli in angoli meno visibili.

 

Nel vostro interesse vi consiglio di applicare questi 5 consigli ogni volta che avverrà una visita. Non scoraggiatevi se i clienti vanno e vengono senza comprare il vostro appartamento. In questo mercato particolare la gente è frastornata dal numero di immobili in vendita, quindi visita molti appartamenti prima di prendere una decisione. In ogni caso seguire queste indicazioni e un prezzo in linea con il mercato, aumentano le vostre possibilità di vendere e di stimolare il cliente giusto,vedrete… ne vale sicuramente la pena!!

collageQuale casa compreresti?