fbpx

Al di là delle proprie preoccupazioni, gli adulti che hanno dei figli stanno affrontando un’altra sfida, in questi giorni. Cosa dire ai più piccoli di quanto sta accadendo in Italia?

I bambini, dai 3 anni in su, percepiscono e riconoscono il cambiamento nelle abitudini quotidiane. Occorre essere sinceri: spiegando cos’è un virus, come si trasmette, quali malattie può causare e quali strumenti abbiamo per difenderci. Affrontare l’argomento con i bambini in maniera semplice e giocosa, con fumetti e filmati è la scelta preferita da medici pediatri e insegnanti. La tecnologia fortunatamente aiuta.

“I bambini ci guardano – dice Mattia Doria, Segretario nazionale alle Attività Scientifiche ed Etiche della FIMP – e dobbiamo trovare le parole per spiegare loro cosa sta succedendo, con sincerità e chiarezza, trasmettendo al contempo fiducia nel futuro”

Nell’incredibile flusso di notizie a cui sono inevitabilmente esposti anche ai più piccoli, c’è il rischio che siano travolti dalla paura e non riescano a indirizzare la loro attenzione sulle poche notizie importanti per loro, anche per contribuire a prevenire la diffusione del virus e il contagio.

Per questo è stato predisposto dai pediatri un poster un fumetto e un video

Ecco alcuni link interessanti per affrontare l’argomento con i nostri bimbi :

Coronavirus come spiegarlo ai bambini